Iniziative

Trespidi in visita a quattro istituti scolastici

Societa'

Il Presidente della Provincia ha compiuto un vero e proprio tour attraverso gli istituti realizzati dall'Ente nel suo secolo e mezzo di vita.
 
Massimo Trespidi, Presidente della Provincia, ha compiuto un vero e proprio tour attraverso i quattro istituti scolastici superiori cittadini realizzati dalla Provincia nel suo secolo e mezzo di vita: l'stituto Romagnosi, il liceo scientifico Respighi, l'ISII marconi e l'istituto per geometri Tramello. “Compiamo questa serie di visite perché mostrare le cose che la Provincia ha fatto nei suoi 150 anni di vita ci sembra il modo migliore per dare la misura del contributo dato da quest'Ente allo sviluppo del territorio”.
Alla Provincia, ricordiamo, compete la manutenzione non solo di questi quattro istituti, che ha materialmente realizzato, ma di tutte le scuole superiori del nostro territorio. “Quella relativa all'edilizia scolastica  – ha anche voluto ricordare il Presidente nel suo saluto ai dirigenti scolastici, ai docenti ed agli studenti che lo hanno accolto nei quattro istituti –  è una competenza fondamentale, probabilmente la più importante che ci è stata assegnata: garantire contenitori scolastici adeguati all'utenza, infatti, è la condizione ineludibile per consentire la piena fruizione di un diritto base di ogni comunità civile, il diritto allo studio. Che non è un diritto scontato – ha voluto ricordare il Presidente soprattutto ai ragazzi -; basta vedere quel che accade oggi in tante parti del mondo, dove questo diritto è negato o non è riconosciuto a pieno. La visita di oggi rientra tra le iniziative che stiamo organizzando per celebrare degnamente il 150 anniversario della costituzione dell'Ente Provincia. A marzo abbiamo visitato i ponti più importanti che l'ente ha realizzato (o contribuito a realizzare), oggi tocca alle scuole superiori della città, mercoledì prossimo (5 maggio) visiteremo quelle della provincia. A giugno intendo andare sulle strade più importanti che abbiamo costruito e sulle due dighe, che si debbono anche all'impegno dell'Ente che presiedo. Concluderemo questa serie di sopralluoghi a luglio con un tour nelle strutture sociali più importanti che la Provincia ha attivato dal 1860 in poi”.
Massimo Trespidi ha compiuto il suo giro accompagnato dal capo di gabinetto dott. Domenico Bergonzi e, per una parte della visita, dall'assessore ai lavori pubblici Sergio Bursi e dal dirigente del servizio Edilizia coordinamento grandi opere ing. Stefano Pozzoli. Prima tappa del tour, l'istituto Romagnosi, dove ad attendere il Presidente c'erano il dirigente, prof. Franco Balestra, e suoi docenti. L'incontro ufficiale si è svolto nell'aula magna, di fronte ad una folta rappresentanza di studenti. Il Romagnosi è una struttura storica della Provincia: realizzata tra il 1912 ed il 1920, venne inaugurata nell'anno scolastico 1920 – 1921 e nei suoi primi anni di attività fu sede dell'istituto magistrale. Con la riforma Gentile, che risale al 1923, l'Istituto magistrale venne affidato alle cure del Comune di Piacenza e la Provincia fu chiamata  a gestire due altre scuole, l'Istituto tecnico ed un nuovo indirizzo scolastico, il liceo scientifico. Entrambi gli istituti trovarono la loro sede nel palazzo di via Cavour, e qui convissero fino al 1947, anno nel quale, per problemi di spazio, il liceo traslocò dove ora si trova, a Barriera Genova, nella ex sede della Gioventù Italiana del Littorio.  Nell'edificio di via Cavour rimase l'istituto tecnico. La sede venne ampliata nel 1955, con la realizzazione di una nuova ala.
Dopo il Romagnosi Massimo Trespidi ha visitato il Liceo scientifico Respighi, qui accolto dalla dirigente, prof.ssa Licia Gardella, da suoi docenti e da un gruppo di ragazzi che stanno portando avanti iniziative particolarmente meritorie, tutte illustrate al Presidente, con dovizia di particolari. Del liceo scientifico, la Provincia, ricordiamo, ha solo realizzato la palazzina situata sul retro dell'istituto, che ospita studenti dal settembre del 2007.  Al Presidente della Provincia l'istituto ha donato, nella circostanza, una felpa da maratoneta.
Massimo Trespidi si è poi spostato nella vicina sede dell'ISII Marconi, qui accolto dal dirigente, prof. Gian Franco Binelli, e da suoi docenti.  L'istituto venne progettato da un ingegnere di Parma, Sisto Dalla Rosa Prati, nel 1942 ma trovò realizzazione solo nel dopoguerra, in due fasi:  nel 56 – 57 e nel '61 – '63. L'istituto venne inaugurato ufficialmente l'8 novembre 1964 dal ministro Gui, che quello stesso giorno pose la prima pietra del nuovo istituto agrario Raineri, in strada Agazzana. All'ISII il Presidente ha incontrato gli studenti, nella sala riunioni, ed ha visitato, accompagnato dal prof. Binelli, alcune aule laboratorio, oltre al CDE (centro di documentazione educativa), coordinato dal prof. Giancarlo Sacchi. Ultima tappa del tour, l'istituto Tramello, in via Negri. Accolto dalla dirigente scolastica prof.ssa Teresa Andena e da suoi docenti, il Presidente ha incontrato i ragazzi nell'aula magna ed ha visitato la gran parte delle aule. L'istituto venne realizzato a spese della Provincia nei primi anni di questo secolo e venne inaugurato nel settembre del 2006. E' il frutto di tre successivi lotti di realizzazione ed è uno degli investimenti maggiori (cinque milioni di euro circa) che la Provincia abbia mai compiuto, non solo in campo scolastico, negli ultimi decenni.
I quattro incontri hanno offerto l'opportunità al Presidente Trespidi di affrontare con i presidi i problemi che i quattro istituti si trovano ad affrontare. Sono stati perciò incontri operativi,  oltre che celebrativi. Ai quattro dirigenti il Presidente ha voluto consegnare una pergamena, a ricordo dell'evento, con la scritta:
“A questo Istituto scolastico, per il contributo che ha saputo dare a formare cittadini maturi, preparati, responsabili, promotori dello sviluppo di questa comunità, protagonisti del suo cammino di progresso, l'Amministrazione provinciale di Piacenza, nel 150° anniversario della sua Istituzione”.

pubblicato il 4 maggio 2010

 

www.retepiacenza.it